• Facebook - Grey Circle
  • Twitter - Grey Circle
  • Instagram - Grey Circle
Eravamo belle senza palestre ossessive
Eravamo belle senza liftings miliardari
Eravamo belle senza diete demenziali
Eravamo belle senza vestiti firmati
Eravamo belle senza “perchè”
perchè alla fine eravamo protese tutte sopra le righe di un mondo orribile

per tentare di costruire un mondo più bello

 

Eravamo belle e basta

 

 

 

Marisa Chiodo - digital artist

tag: FOTOGRAFIA, DONNE VERE, MATERINITA',FOTOGRAFA, CONQUISTE FEMMINILI, ABORTO, CONQUISTE DONNE, FOTO, DONNE DELLA REALTA', LOTTE FEMMINISTE, DONNE LAVORO, LIBERA SCELTA, LOTTA DONNE, LAVORO DONNE, FAMIGLIA, IMMIGRATE, DONNE, LEGGE 194, LILIANA BARCHIESI, MOVIMENTO DONNE, FEMMINISMO, ANNI '70, COPPIA, IL CORPO DELLE DONNE, REPRESSIONE, CASALINGHE, IMMIGRAZIONE, SLOGAN FEMMINISTI, DONNA E' BELLO, IO SONO MIA, TREMATE TREMATE LE STREGHE SON TORNATE, NON Più PUTTANE NON PIU' MADONNE FINALMENTE SIAMO DONNE, L'UTERO E' MIO ME LO GESTISCO IO, VIOLENZA; FEMMINICIDIO, STEREOTIPI.

Il sito

Negli anni 70 io c'ero.

 

Nella mostra tenutasi alla Triennale di Milano dall’ottobre del 2016 a gennaio 2017:  “L’altro sguardo  Fotografe Italiane 1965 -2015”  a cura di Raffaella Perna – le opere della Collezione Donata Pizzi esposte in Triennale; la sezione “Cosa ne pensi del femminismo?” mette in mostra le fotografe che negli anni ’70 si espressero visivamente sulle linee del pensiero femminista.  Nelle note biografiche che mi riguardano vengo definita quale “fotografa militante interna al Movimento”.  Confesso che il primo impatto di fronte a questo rappresentarmi mi è sembrato riduttivo e vagamente penalizzante. Ho però riflettuto concludendo che la definizione è pertinente.
Di fatto in quegli anni ho usato la fotografia quale strumento per dare il mio contributo al Movimento delle donne, non solo documentando le battaglie per i diritti civili, ma indagando sul tessuto sociale, sulla rappresentazione del femminile, sugli stereotipi, sulla educazione. Negli anni succcesivi ho pressochè abbandonato il reportage dedicandomi alla fotografia di Studio.

Nel periodo cosiddetto berlusconiano il Washington Post usciva con un articolo: “Che ne è stato del Movimento femminista Italiano?”.  Il femminismo non è morto C’E’, ESISTE, seppure ignorato, soprattutto dai media italiani. Già prima dell’uscita di quell’articolo mi ero resa conto dell’urgenza di riprendere in mano il mio lavoro degli anni ’70  per raccontarlo e portarlo avanti.  Quegli anni furono sì terrorismo e Brigate Rosse, ma anche e soprattutto aspirazione tesa a un radicale rinnovamento. Molto fece il Movimento delle donne, ritrovarsi insieme nelle piazze era già una conquista, un modo di rivendicare se stesse e i propri diritti per definirsi come “individui”, riappropriarsi di una identità troppo a lungo negata. Gli slogan ben sintetizzavano il nostro sentire:

“non più puttane, non più madonne, finalmente siamo donne” “Io sono mia” “Donna è bello” e il ricollegarsi con ironia alla nostra storia “tremate, tremate, le streghe son tornate”.

Oggi ci sono problematiche nuove e diverse ma l’IMPARITA’ di genere persiste, ed ha la rappresentazione più evidente e drammatica nel femminicidio.

 

Diritti civile così faticosamete conquistati vengono troppo spesso ignorati e contestati:  libera scelta della maternità significa non dover scegliere fra carriera e maternità,  rinnegando quella parità sul lavoro tuttora di fatto negata. Libera scelta di esprimere se stessi nelle forme che ogni individuo sente di essere e rappresentare, nel rispetto delle liberà altrui, è un obiettivo da raggiungere.   Il lavoro di riflessione e la pratica femminista ci aveva portato a comprendere che la repressione sessuale era il punto focale, il nodo centrale per relegarci ad una subalternità e ancorarla ai ruoli nel ricatto della maternità e dell’amore . Oggi un nuovo nascente femminismo formato da giovani che si confrontano con la storia e le esperienze precedenti fa ben sperare, ma è indubbio che il percorso  è impervio e tutto da costruire. Il sito nasce dall’esigenze non tanto di raccontare la mia storia come fotografa,  ma dal bisogno di condividere memoria ed emozioni, nella speranza di collaborare a quel mondo migliore a cui con tanta passione abbiamo lavorato,  e continueremo a lavorare. 

 

 

Liliana Barchiesi


liliana.barchiesi@gmail.com

 

Le immagini: Ieri... da ieri a oggi!:


Nel video scorrono velocemente, ne ripropongo alcune degli anni '70, un invito allo sguardo ed alla riflessione.
Il nuovo lavoro, le nuove Immagini sono in diretto collegamento con quelle di allora. Ho ritrovato e sto ritrovando le tante bambine/ragazzine fotografate in quegli anni, per scoprire chi sono e come vivono il mondo attuale. Insieme a loro la realtà nuova delle Immigrate, o anche ruoli e mestieri allora inconsueti, oppure e invece, similitudini e uguaglianze. Le foto che propongo sono l'inizio di un nuovo lavoro.
L'ambizione è definire uno spaccato della realtà delle donne di oggi, come, quasi inconsapevolmente, feci negli anni '70

1/3

ieri

ieri e oggi

1/4

oggi

1/3
 

Gallery

Ieri: Anni 70 - Movimento delle donne
Ieri: Anni 70 - Le casalinghe
Ieri: Anni 70 - I bambini
Ieri e Oggi a confronto
Oggi: Anni 2000
Oggi: Anni 2000 - Nuove realtà
Contro gli stereotipi
Contro la violenza
Lotto marzo 2017 - Mandala
Mostra altro

IERI: GLI ANNI '70 – MOVIMENTO DELLE DONNE.

Molto fece il Movimento e fu determinante per la conquista di diritti civili fondamentali.  A dimostrazione  nella  chiusura del Video “DONNE immagini 1974/1979” scorre  un elenco delle nuove leggi a partire dal 1966 quando per la nostra legislazione la pillola contraccettiva era  “REATO CONTRO LA STIRPE”. Nello stesso Video le Immagini si snodano velocemente, nella Gallery possiamo riconsiderarne alcune.


 

IERI: GLI ANNI '70 - LE CASALINGHE


Una ricerca per scoprire le donne nel loro habitat e nel ruolo che tutte accomuna.


 

 

IERI: GLI ANNI '70 – I BAMBINI
 

Bambini colti nei loro giochi in Piazzale Dateo a Milano nel maggio 1974.

Nei giochi emergono con evidenza ruoli già radicati.
 

 

IERI E OGGI A CONFRONTO
 

Un parallelo fra Immagini di ieri e di oggi, per far emergere diversità e similitudini.


 

 

OGGI: GLI ANNI 2000
 

Le donne di nuovo in piazza per riaffermare diritti, già leggi dello Stato, che vengono ignorati e per nuove istanze in un momento storico economicamente difficile soprattutto per le nuove generazioni che non possono permettersi un progetto di vita.


 

 

OGGI: GLI ANNI 2000 – NUOVE REALTA'

Ho voluto fotografare le tante immigrate che si sono integrate lavorando e riuscendo ad aprire attività proprie; nonché, nel 2010, il mercato a Cascina Gobba con scambi fra russi-ucraini-moldavi-rumeni.

CONTRO GLI STEREOTIPI
 

"NON SOLO MISS" FLASH MOB - 9 settembre 2012 a Milano.
In corso Sempione, sede della RAI, Radio Televisione Italiana "il servizio pubblico ha il dovere di dare visibilità a tutte le donne: quelle che vanno nello spazio, scendono in miniera, siedono in cattedra e nei tribunali, dirigono film ed aziende, fanno politica, vanno in ufficio e contemporaneamente si occupano dell'organizzazione e del bilancio famigliare".

CONTRO LA VIOLENZA - FIACCOLATA IN MEMORIA DI STEFANIA NOCE


A Milano, in Piazza Mercanti, fiaccolata in memoria di STEFANIA NOCE, universitaria 23enne di Catania, accoltellata "per amore" dall'ex fidanzato - 26 GENNAIO 2012. 

ZAPATOS ROJOS - SCARPE ROSSE - Progetto della messicana ELINA CHAUVET.
Centinaia di scarpe rosse raccolte tra amiche e conoscenti, a rappresentare le donne vittime di violenza in tutto il mondo. per la prima volta in Itaia nel novebre 2012 a Milano, alle Colonne di San Lorenzo. 


ONE BILLION RISING Un'azione globale per fermare la violenza contro le donne.
Campagna lanciata da EVE ENSLER nel 15° anniversario del movimento V-day.
In tutte le Piazze del mondo le donne danzano in una espressione di vitalità, in contrasto alla violenza che le uccide.
14 febbraio 2013 a Milano, in Piazza Duomo. 


 

LOTTO MARZO 2017 - MANDALA

 

All’Ottagono della  Galleria Vittorio Emanuela a Milano.

Mandala “Opera condivisa” con le allieve dell’Accademia di Belle Arti di Brera, ArtéMix, Casa delle donne di Milano, e tutte le donne che hanno voluto partecipare.

LA STORIA CONTINUA

Oggi: una nuova generazione di Femminismi che si incontrano in Non una di Meno.

N1DM sta riprendendo con forza un percorso che ha origini antiche ben oltre quegli anni ’70 da cui questo sito prende le mosse. Giovani donne e anche uomini che si confrontano con esperienze precedenti: ragazze di ieri e di oggi per continuare insieme.

Le bambine degli anni '70

Donne della realtà


LE DONNE VERE: Un racconto per immagini di donne vere, diverse dall'immagine distorta propagandata da TV e media.
Sono le "mie ragazze", seguite nel tempo alcune, altre ritrovate.

 

Mi sono care e per me ognuna è eccezionale, ma sono donne normali, come tutte le donne del mondo che non appaiono, non vanno in televisione, non sono sui giornali, troppo spesso alle prese con problemi non facili.

 

Vorrei riuscire a narrarle queste mie ragazze perchè l'eccezionalità di ognuna sia simbolo e speranza per tutte coloro che non sono state e mai saranno e che sono nei fatti l'ossatura portante della realtà.

Barbara, è la maggiore delle "sorelline del manifesto".
Dopo un lungo periodo trascorso in Brasile è tornata in Italia e si divide tra l'Isola D'Elba e Pistoia. Gestisce, d'estate, un bagno sull'isola, concilia casa e lavori part-time a Pistoia.

Stefania si divide fra casa e lavoro. Due anni fa si è laureta in architettura.
Lavora in uno studio associato di ingegneri ed architetti conciliando, con fatica, la sfera professionale e familiare.

Francesca è la più piccola delle sorelle vive a Brighton, in Inghilterra. 
Concilia, con fatica, lavoro e famiglia. Collabora, per la parte organizzativa, con un gruppo teatrale che rappresenta opere liriche, in giro per l'Europa.

Chicca dopo il liceo e la scuola "Polo Grassi", ha cominciato a collaborare per il festival del cinema di Locarno. Come responsabile della sezione cortometraggi si trovava spesso a viaggiare per seguire festival ed eventi di cinema.
Oggi vive a Losanna, con Philippe e 2 gatti. Collabora alla Direzione della Cinémathèque di Losanna e viaggia un po' meno.

 

I video

Storia di donne - Immagini 1974/1979: 

Dura circa 17", le immagini si snodano lungo l'intervista della giornalista Assunta Sarlo, un ritornare ad eventi, al modo di essere e al "sentire", alle feste, alle battaglie, un po' arrabbiate, ma più spesso gioiose.
Le "noi" di allora dentro e fuori le case nei modi diversi e uguali di esprimersi: nella maternità, nel rapporto di coppia, famiglia, sul lavoro. Nella voglia e nella scoperta esaltante della libertà, dell'appropriazione del nostro corpo e di noi stesse.
Da ultimo scorrono "LE LEGGI", sintetizzate in poco spazio, perché ho ritenuto importante sottolineare quanto cammino sia stato percorso, se si considera che nel 1966 la Contraccezione era punita quale reato contro la stirpe.

DOCUMENTARIO (2008). Durata 17 minuti c.a . Liliana Barchiesi e Assunta Sarlo.
Regia di Liliana Barchiesi - Riprese: Ugo Perazzini - Montaggio: Anna Fuga
Produzione: Dario Tettamanzi




SNOQ Milano
fotocronaca di una storia  29 genn. 2011 . primavera 2012

 

 

La storia continua : iniziata nel gennaio 2011 a Milano, diviene Nazionale il 13 febbraio 2011 con una Manifestazione promossa da Roma - che ne ha dato il nome  Se non ora quando? -  Manifestazione a cui hanno aderito migliaia di donne riempiendo le piazze d’Italia.

 




LEGGE 194 Cosa vogliono le donne.

Storia di una legge, storia di donne - trailer 
Documentario cofirmato con Alessandra Ghimenti

Promosso da "Usciamo dal Silenzio", "Libera Università delle Donne", "Consultori Privati Laici".
Proiettato in anteprima al Convegno Nazionale sulla Legge 194, svoltosi a Milano il 9 marzo 2013.

 


 

 

Gente di Montemarcello - trailer 

Documentario cofirmato con Anna Fuga

Montemarcello è borgo ligure fra i più belli d’Italia, perché la memoria storica non vada perduta, ne  abbiamo raccolto  testimonianze.

Storia di donne

Storia di donne. Immagini 1974-1979

SNOQ Milano

Se non ora quando - Milano Fotocronaca di una storia

video3

Legge 194. Cosa vogliono le donne

Gente di Montemarcello

Gente di Montemarcello trailer

 

Eventi

Mostra: "L’altro sguardo. Fotografe italiane 1965-2015" dal 1 dicembre 2016 al 8 gennaio 2017
Allestita a Milano in Triennale da Raffaella Perna - Collezione di Donata Pizzi.   link mostra     guarda PDF     guarda PDF

Mostra: "Fo-to-gra-fì-a, sostantivo femminile" - Casa delle Donne, Milano  7 giugno 2017

Immagini selezionate dagli archivi delle fotografe che raccontano l’universo femminile dagli anni ’70 ad oggi. - guarda PDF
 

Mostra: "Fuori concorso per Donne Elettriche" - Palazzo Castiglioni, Milano  Ottobre 2015 - guarda PDF

 

 

Mostra: "Prima Visione 2013: I fotografi e Milano" - Galleria Bel Vedere, Milano  31 gennaio/8 marzo 2014

La mostra su Milano realizzata in collaborazione con il G.R.I.N. (Gruppo redattori Iconografici Nazionale) - guarda PDF

Conferenza: "Le bambine di ieri riprese nella quotidianità di donne d'oggi" - Villa Mirabello, Parco di Monza  2 aprile 2014 Presentazione del libro "Le bambine degli anni 70" di Liliana Barchiesi - Introduzione di Iride Enza Funari  guarda PDF guarda PDF

 

Conferenza: Legge 194 COSA VOGLIONO LE DONNE - Storia di una legge, storia di donne.
Promosso da Usciamo dal Silenzio, Libera Università delle donne, Consultori privati laici.
Proiettato in anteprima al Convegno Nazionale sulla legge 194 svoltosi a Milano il 9 Marzo 2013 - 
guarda PDF

Conferenza: "Schiave o regine?" L'eros al femminile. 
Unione Femminile Nazionale. Milano, 19/10/2011 - guarda PDF

Seminario: "L'educazione delle bambine" - Università degli Studi Milano Bicocca
30 marzo 2011 -
guarda PDF

Conferenza: "La verità, vi prego, sull'amore"- Ciclo: "Ragazze di ieri e di oggi"
Unione Femminile Nazionale - Milano 13/12/2010 - 
guarda PDF

Fotografia contro la leucemia con Mario De Stefanis - Galleria Bel Vedere, Milano
25 novembre 2010 - 
guarda PDF

La fotografia che fa bene. Articolo. Vivimilano, Corriere della Sera 24/11/2010 -. guarda PDF

Mostra collettiva "Foto d'Autrice" - Galleria Bel Vedere Milano - 8 marzo 2010 - guarda PDF

Premio Fotografico TG1 - maggio 2008

 

A  Liliana per essere riuscita a riassumere in una sola fotografia il sentimento di smarrimento comune in occasione dell'assassinio di Aldo Moro. Congratulazioni" Gianni Berengo Gardin - maggio 2008   guarda video

Unione Femminile - sito web - Recensione video sez. biblioteca - 31/03/2009  guarda PDF

Comune di Peschiera Borromeo (MI) - 07/03/2009 - invito alla mostra . guarda PDF 

C.N.A. Pesaro e Urbino - Evento Belledonne 10/10/2008 - invito - guarda PDF

Ondavideo Associazione Culturale - Pisa - marzo 2008 - invito alla mostra guarda PDF

Ondavideo Associazione Culturale - Pisa - marzo 2008 -biografia e programma guarda PDF

Corriere Vicentino - rivista mensile - Articolo sez. Cabaret Voltaire 03/03/2008  guarda PDF

Fareneheit - sito web - Photogallery marzo 2008  guarda PDF

CGIL Camera del lavoro metropolitana di Milano - Invito alla mostra 21/02/2008  guarda PDF

Quotidiano Il Giorno - Milano 20/02/2008 - articolo -  guarda PDF

 

Libri

Vuoi acquistare il libro? Clicca qui!

 
 
 

Contatti

Liliana Barchiesi: liliana.barchiesi@gmail.com

Facebook: Storiadidonne

  • Facebook - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • Instagram - Black Circle